"Se mi guardi ti ascolto"

Rendering 3D - Se mi guardi ti ascolto di Daniele Cazzato

Un'opera dedicata alla comunità sorda

Un’opera dedicata alla comunità sorda, alla sua cultura, alla sua identità e alla sua lingua. Una scultura monumentale, alta circa 6 metri, per sensibilizzare sulla sordità e le barriere della comunicazione. Un luogo di incontro e aggregazione, che porti il pubblico a riflettere e a provare a cambiare prospettiva sulla disabilità, da mancanza a semplice condizione di vita, e sulla diversità, una fonte preziosa di arricchimento reciproco. Questo è il nostro sogno. Il luogo c'è già, una meravigliosa area verde messa a disposizione dal Comune di Alba. Manca solo l'aiuto di chi condivide il nostro progetto e, soprattutto, la nostra idea di futuro.

Visualizza la brochure del Rendering 3D

Un'opera dedicata allacomunità sordacultura sordalingua dei segniun luogo di incontro e inclusione

Un'opera dedicata allacomunità sordacultura sordalingua dei segniun luogo di incontro e inclusione

Dal 30 Ottobre fino adesso sono stati raccolti 4198,43euro

3%
Se mi guardi ti ascolto - Il progetto
L’iniziativa promossa dall'ENS, denominata "Se mi guardi ti ascolto", ha come obiettivo la realizzazione di una statua dedicata alla comunità sorda, alla sua cultura, alla sua identità, alla sua lingua e che la comunità sorda, a sua volta, intende dedicare a tutta l’umanità.
L’idea del progetto è stata concepita dalla Rappresentanza Intercomunale dell’ENS di Alba, la quale si è attivata presso il Comune di Alba per ottenere uno spazio ove installare l’opera d’arte ed ha indicato nel maestro Daniele Cazzato l’artista cui commissionare l’opera da realizzare subordinatamente al buon esito di una raccolta fondi da attivarsi ad hoc. Il progetto è portato avanti con la collaborazione della Sezione Provinciale ENS di Cuneo e del Consiglio Regionale ENS Piemonte.
"Se mi guardi ti ascolto" nasce da un primo contatto dell'artista con la cultura dei sordi, da cui sono emerse da un lato la difficoltà nel dialogo e dall'altro la fisicità nella comunicazione. La statua, in alluminio, sarà alta circa sei metri e richiamerà una sorta di imbarcazione che idealmente porterà i suoi visitatori a solcare i mari della comunicazione, esaltando la bellezza dei rapporti umani. Sarà un'opera d'arte da vivere, da sperimentare due persone alla volta, in cui risiederà un forte senso sociale: i due fruitori si troveranno inizialmente separati dalla vela centrale; poco dopo una fessura taglierà la vela permettendo un primo contatto visivo. Questa "finestra" riprodurrà la posizione delle mani assunta nella lingua dei segni per dire: "Se mi guardi, ti ascolto", che sarà anche il titolo della scultura. Proseguendo nella vela centrale si aprirà un foro e dalle vele laterali emergeranno due poltrone su cui i visitatori potranno sedersi, guardarsi, comunicare e, avvicinandosi al foro, avere un contatto fisico.
Qualsiasi sia il legame tra le persone, è necessario, quando comunichiamo con loro, essere sinceri e prestare la massima attenzione. In questo senso, il monumento assume un significato universale.
La scultura monumentale avrà l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche connesse alla sordità e alle barriere della comunicazione, ma sarà anche un luogo di incontro e di aggregazione, che porterà il pubblico a riflettere e a provare a cambiare la prospettiva sulla disabilità, da mancanza a semplice condizione di vita e, sulla diversità, una fonte preziosa di arricchimento reciproco.
Per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione dell'opera, che in questo senso vuole essere un monumento di tutti e a cui tutti potranno contribuire, l'ENS ha realizzato questo sito web, attraverso il quale chi lo vorrà potrà versare un’erogazione liberale finalizzata alla realizzazione dell’opera scultorea, da collocare nella città di Alba, che con deliberazione della Giunta Comunale n. 77 del 28/2/2019 ha già accettato la donazione da parte dell’ENS, messo a disposizione il suolo pubblico e stanziato un importo per le opere pubbliche occorrenti.
Il progetto “Se mi guardi ti ascolto”, unitamente alla sua realizzazione finale attraverso la succitata opera d’arte, è protetto da copyright con un deposito S.I.A.E. denominato “Angeli Itineranti”. La realizzazione dell’opera è subordinata al raggiungimento della somma complessiva di € 184.800,00 e sarà finanziata completamente dalle erogazioni liberali che saranno raccolte attraverso il sito https://semiguarditiascolto.ens.it/.
 
Questo è il nostro sogno, aiutateci a realizzarlo.

L'opera sorgerà ad Alba

Il Comune in provincia di Cuneo ha già messo a disposizione il suolo pubblico all’interno dell’area verde Böblingen della “H Zone”
 in Corso Banská Bystrica

L'obiettivo da raggiungere

Per realizzare il nostro sogno dobbiamo raggiungere insieme la somma di: 

184.800 euro

L'artista

L'idea di realizzare un'opera dedicata alla cultura e all'identità sorda è di Corrado Avarino.  Il maestro Daniele Cazzato ha poi immaginato la scultura monumentale

L'idea di Corrado Avarino - LIS

The idea of Corrado Avarino - IS

L'artista e scultore - Daniele Cazzato

Come sarà 

Le erogazioni liberali sono dei versamenti spontanei, effettuati in favore di Onlus, associazioni, enti ed organizzazioni di varia natura. A tutti i contribuenti che abbiano effettuato delle erogazioni liberali con metodi di pagamento tracciabili (ad es. carta di credito e di debito, bancomat, assegno bancario o circolare, bonifico, ecc.) sono riconosciute alcune agevolazioni fiscali, sotto forma di: 

  • Detrazioni d’imposta 
  • Deduzioni dal reddito imponibile IRPEF 

Fai una erogazione liberale

Fai una erogazione liberale

L’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi ONLUS APS dichiara di possedere tutti i requisiti soggettivi e oggettivi richiesti dalle normative in vigore e attesta che gli importi ricevuti saranno utilizzati per il raggiungimento dei fini istituzionali e che, pertanto, relativamente alle liberalità erogate, i donatori possono optare:

- se persone fisiche: per la detrazione fiscale al 30% fino ad un massimo di € 30.000 ovvero dedurre la donazione dal proprio reddito complessivo dichiarato per un importo non superiore al 10% del reddito; Qualora la deduzione sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l'eccedenza puo' essere computata in aumento dell'importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare (ai sensi dell' art.83, del D.Lgs n.117 del 03/07/2017);

- se imprese: dedurre la donazione dal proprio reddito complessivo dichiarato per un importo non superiore al 10% del reddito. Qualora la deduzione sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l'eccedenza puo' essere computata in aumento dell'importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare (ai sensi dell' art.83, del D.Lgs n.117 del 03/07/2017);

La deducibilità o detraibilità dell'erogazione liberale è subordinata al versamento tramite banca, posta o altro strumento tracciabile.

© 2021 Ente Nazionale Sordi ONLUS. All Rights Reserved.